Internet come nuovo spazio dello scrivere

30 giugno 2009 – 17:41

Ipertesti e link sono le fondamenta di tutto ciò che è web writing.
Scrivere per internet oggi significa saper sintetizzare e frammentare il testo in più componenti e legarli tra loro attraverso collegamenti ipertestuali.
E l’ipertesto, secondo la definizione di George P. Landow, è
“la connessione che nella maggior parte dei casi si attua all’intero di un media elettronico di elementi informativi – parole, testi, immagini, simboli – attraverso connessioni elettroniche (link) che permettono all’utente di muoversi liberamente tra i diversi elementi.
In particolare una struttura ipertestuale permette di selezionare una determinata parola (o immagine n.d.r.) e di ricevere informazioni aggiuntive riguardo a essa semplicemente ‘cliccando’ sulla medesima.”
E’ il concetto di link che si pone come fattore predominante nella differenza tra scrittura tradizionale e web writing: la scrittura tradizionale è un luogo statico, i cui concetti si esprimono attraverso una comunicazione lineare e stabile e il cui controllo è affidato esclusivamente al redattore del testo, all’autore.
Sempre citando Landow, la scrittura per Internet invece cambia attraverso l’ipertesto:  “connettendo attraverso opportuni link ipertestuali differenti parti di un documento o differenti documenti è possibile creare una struttura a rete che può permettere di accedere direttamente alle informazioni correlate a una determinata parola, di saltare o evadere dall’ordine tradizionalmente sequenziale di un testo scritto.”
Il testo in Rete si caratterizza per il suo essere fluido e dinamico, non ‘fisso’ (come nel caso dei testi stampati sulla carta stampata): la scrittura per internet è virtuale, “infinitamente modificabile, aperta, analizzabile, infinitamente duplicabile…”

Share on Facebook

You must be logged in to post a comment.