Google Caffeine

28 giugno 2010 – 11:13

Il nuovo algoritmo Caffeine ha cambiato i meccanismi con cui Google posiziona i suoi siti sulle serp.
Non a caso, infatti, negli ultimi mesi molti siti web sono stati penalizzati o addirittura bannati. Sembra dunque che il gigante di Mountain View stia sfoltendo notevolmente le serp, mantenendo tra i suoi risultati solamente i siti rilevanti, quelli che forniscono informazioni reali e attinenti agli utenti.
Ergo, per posizionare un sito ai primi posti su Google, il miglior sistema rimane sempre la trasparenza, l’unique content, la semplicità della grafica e la presenza di un menu intuitivo.

Share on Facebook

You must be logged in to post a comment.